Privacy Policy

www.ideawork.it

| Software Applications,Erp odoo Consulting

   

     

                EMISSIONE RIBA

Nella configurazione delle Ri.Ba. è possibile specificare se si tratti di 'salvo buon fine' o 'al dopo incasso'. I due tipi di Ri.Ba. hanno un flusso completamente diverso. In caso di 'al dopo incasso', nessuna registrazione verrà effettuata automaticamente e le fatture risulteranno pagate solo al momento dell'effettivo incasso.

E' possibile specificare diverse configurazioni (dal menù configurazioni -> varie -> Ri.Ba.).

 Per ognuna, in caso di 'salvo buon fine', è necessario specificare almeno il sezionale ed il conto da utilizzare al momento dell'accettazione della distinta da parte della banca

Per utilizzare il meccanismo delle Ri.Ba. è necessario configurare un termine di pagamento di tipo 'Ri.Ba.'.

Per emettere una distinta bisogna andare su Ri.Ba. -> emetti Ri.Ba. e selezionare i pagamenti per i quali emettere la distinta. Se per il cliente è stato abilitato il raggruppo, i pagamenti dello stesso cliente e con la stessa data di scadenza andranno a costituire un solo elemento della distinta.

Di seguito  indichiamo un esempio più frequente  di procedura emissione RIBA SBF  

 

Prima di procedere con l’emissione delle riba, bisogna  creare il sezionale da usare nella procedura di emissione  riba  e creare nel piano dei conti il conto ” effetti in portafoglio sbf ”,  dove confluiranno  in automatico tutte le riba generate dalle fatture.

Facciamo presente che ogni azienda  gestisce nel piano dei conti  le RIBA  in funzione della diversa operatività del proprio Istituto di credito.  OpenErp in ogni caso,  ci permette di gestire in maniera semplice e flessibile tutte le varie ipotesi.

Elemento importante è che il conto dove confluiscano  le riba,  e che indichiamo nella configurazione riba sia un conto    tipo interno =crediti             tipo conto =crediti .

Il programma di propone " crediti v/clienti"è necessario pero'   sostituirlo con un apposito  conto di appoggio  generico denominato Effetti in portafoglio SBF   che abbia la configurazione sopra indicata tipo interno=credito tipo conto = credito. ".

 (Nel  caso il conto che intendiamo usare,  sia di natura diversa inserire le modifiche sopra indicate, e poi dopo aver creato e salvato  il sezionale riba , rimpostare il conto usato  in base alla sua corretta natura )

Di seguito riportiamo le varie fasi di lavoro da seguire per la emissione delle riba sbf

Creare il sezionale :

-Contabilità- configurazione- sezionali

Configurare  la RIBA:

-Contabilità-configurazione –vari- riba configurazione  

Nella riga modalità di emissione scegliere  la tipologia dell’effetto se SBF o al dopo incasso, nel nostro caso indichiamo SBF

( I due tipi di Ri.Ba. hanno un flusso completamente diverso. In caso di 'al dopo incasso', nessuna registrazione verrà effettuata automaticamente e le fatture risulteranno pagate solo al momento dell'effettivo incasso.)

Creare nel piano dei conti il conto “ effetti attivi in portafoglio SBF “

Dopo aver validato le fatture di vendita  ,  possiamo procedere all’emissione della riba.

(Vi ricordiamo che tutti i clienti  con pagamento a mezzo RIBA devono avere  nella loro anagrafica i codice IBAN. Per inserirlo : anagrafica cliente – sezione contabilità-proprietà riba- cliccare su aggiungi riga ed inserire le coordinate bancarie)

-contabilità-riba-emetti riba

 Prima selezioniamo  le riba che vogliano inserire nella distinta , poi passiamo alla fase di emissione della riba( cliccare  sulla  tendina di ALTRO- emetti riba) con selezionando la Banca dove vogliamo presentare gli effetti

poi crea

 Le riba selezionate vengono raggruppare in un’unica distinta, che deve essere confermata e che genererà in automatico la scrittura in contabilità   ( dare di effetti attivi sbf  a avere di cliente )

una volta controllato che tutto sia  corretto, cliccare su accetta ( questa registrazione dovrebbe essere fatta dopo che la banca abbia accettato la  distinta)

Una volta creata la distinta cliccando sulla tendina di altro possiamo procedere all’invio del file con la procedura “ export”

         

Oggi In italia l'informatica è intesa come un servizio alla produzione e distribuzione di beni convenzionali.

Nel Mondo e in particolare negli Stati uniti una applicazione software è come un prodotto industriale o artigianale che può essere venduto in tutto il mondo come se fosse una penna bic oppure un rasoio.Gli Americani commercializziamo un concetto finito o astratto sotto forma binaria hanno la mente libera e premiano chi fa questo .

L'Incapacità europea e in particolare italiana di produrre applicazione software intese non come servizi alla produzione di beni convenzionali ma come prodotti veri e propi fa si che il gap che si è formato tra gli States e l'Italia e con essa il resto del mondo sia incolmabile.

L'opensource può essere una soluzione per ridurre questo gap perchè permette di condividere le applicazioni e il contenuto intellettivo  contenuto in esse ed eploderlo.

Odoo new openerp è un application Server ,è un content manager, è un CRM, è un CSM ,è un ERP,può essere la base per ogni applicazione, è una strada percorribile perchè si arrichisce nel tempo ed è fonte di nuove idee.

Ma non basta, l'impresa europea che produce bene e servizi convenzionali se vuole sopravvivere deve utilizzare questo tipo di strumenti perche a costo zero e di altissima qualità con possibilità di implementazione praticamente infinite.La nuova versione di openerp  la odoo 8.0 ha integrato un CMS tool per il commercio elettronico paragonabile a magento, ha inserito anche un comunication server tipo Lotus ,non sarebbe stato possibile senza l'opensource e la condivisione delle informazioni nella communuty.

Quando l'italia riuscirà a entrare nell'ottica opensource,  creando un microclima che favorisca la nascita di comunità per lo sviluppo di nuove idee e applicazioni, una sorta di Silicon Valley Italiana o europea,potrà iniziare a produrre software  con finalità retail e non, come servizio di consulenza sterile che in molti casi grava sui costi aziendali senza benefici concreti,così si tornerà a crescere.

Non sarà certo facile raggiungere questo obiettivo perchè la relatà che ci circonda non porta a ragionare in questo modo, ma se ciò non verrà fatto regrediremo sempre di più.

Le jobact presenti e future debbono tenere conto di questo, perchè se la qualità del lavoro che noi facciamo esprime sempre i medesimi risultati e i medesimi prodotti, non ne usciremo mai fuori.Se noi  specializziamo il personale e lo facciamo studiare il doppio di quello che serviva 10 o 20 anni fa per produrre le stesse cose non cose nuove, allora il prodotto stesso non aumenta di qualità  non è innovativo e il prezzo costante limita la quota di ricavo del prodotto.Attualmente solo con l'aumento della produzione si può far abbassare il prezzi.

 

 

 

 

 

 

________________________

visitatori

Abbiamo 6 visitatori e nessun utente online

________________________